Tra fantasy e vangelo: alle fonti della morale